Consigli semplificati alla Risoluzione dei problemi del turbocompressore

Al fine di identificare rapidamente la possibile fonte del malfunzionamento del turbocompressore, vi forniamo una casistica diagnostica.

È possibile utilizzarlo per restringere le fonti di errore per poter individuare la causa del guasto, questo è molto utile perché in pochissimi casi il turbocompressore è la fonte del problema.

Un’elevata percentuale di turbocompressori resi in garanzia classificati difettosi dalle officine, vengono sostituiti inutilmente non presentando particolari difetti. Dopo che il presunto turbocompressore difettoso è stato sostituito, il guasto risulta ancora presente malgrado il tempo speso.

In caso di rottura del turbocompressore è importante identificare ed eliminare le cause della rottura, al fine di prevenire ulteriori danni al nuovo turbocompressore.

Vi ricordiamo che la sostituzione o lavorazione per la delicatezza dello stesso, necessita di personale altamente specializzato e di attrezzature specifiche.

Questa lista diagnostica può essere utilizzata per isolare il tipo e l’entità del danno


Tipo di disturbo

  1. Guida delle valvole, fasce elastiche, cilindri usurate / Aumento dello sfiato
  2. Lo scarico dell’olio della turbina ha una resistenza troppo elevata / Perdite dalla turbina
  3. Sfiato del basamento intasato e deformato
  4. Alloggiamento del cuscinetto del turbocompressore coked, insabbiato
  5. Sistema filtro aria sporco
  6. Il circuito e scarico dell’olio sono ostruite, perdono o sono deformate
  7. Danni ai cuscinetti del turbocompressore
  8. Contaminazione del compressore o del dispositivo di raffreddamento dell’aria di sovralimentati
  1. Sistema di alimentazione / sistema di iniezione difettoso o impostato in modo errato
  2. La valvola di controllo della pressione di sovralimentazione non si apre
  3. Linea di controllo della valvola waste gate difettosa
  4. Geometria variabile non scorrevole
  1. Il sistema di scarico ha una resistenza al flusso troppo elevata / Perdite davanti alla turbina
  2. Danni da corpi estranei al compressore o alla turbina
  3. Sistema di alimentazione / Sistema di iniezione difettoso o impostato in modo errato
  4. Valvola di controllo della pressione di sovralimentazione non si chiude
  5. Sistema filtro aria sporco
  6. Collettore aria motore rotto / Manicotti o intercooler rotti o allentati
  7. Linea di depressione difettosa/insufficiente
  8. Alloggiamento / sportello della turbina danneggiato
  1. Il sistema di scarico ha una resistenza al flusso troppo elevata / Perdite davanti alla turbina
  2. Fasce del del pistone difettosa/usurata
  3. Sfiato del basamento intasato o deformato
  4. Sistema filtro aria sporco
  5. Le linee di alimentazione e scarico dell’olio sono ostruite, perdono o sono deformate
  6. Guida delle valvole, fasce elastiche, dei cilindri usurate / Aumento dello sfiato
  1. Il sistema di scarico ha una resistenza al flusso troppo elevata / Perdite davanti alla turbina
  2. Danni da corpi estranei al compressore o alla turbina
  3. Sistema di alimentazione / Sistema di iniezione difettoso o impostato in modo errato
  4. La valvola di controllo della pressione di sovralimentazione non si chiude
  5. Sistema filtro aria sporco
  6. Collettore aria motore rotto / mancante, guarnizioni allentate
  7. Le linee di aspirazione, depressione e pressione sono deformate o presentano perdite
  8. Alloggiamento / sportello della turbina danneggiato
  1. Il sistema di scarico ha una resistenza al flusso troppo elevata / Perdite davanti alla turbina
  2. Perdita di scarico tra l’uscita della turbina e il tubo di scarico
  3. Danni da corpi estranei al compressore o alla turbina
  4. Alimentazione d’olio insufficiente al turbocompressore
  5. Collettore aria motore rotto / mancante, guarnizioni allentate
  6. Le linee di aspirazione / pressione o intercooler sono deformate o presentano perdite
  7. Danni ai cuscinetti del turbocompressore


Possibili guasti al turbocompressore

Molte officine ancora oggi non affrontano il problema turbo con la giusta attenzione.
In caso di guasti al turbocompressore, è sempre indispensabile eliminare la causa della rottura prima del montaggio di uno nuovo.

Possibili danni al turbocompressore:

Questo danno al turbocompressore si verifica quando viene superata la velocità nominale del turbocompressore.

Perdita nel circuito di pressione del turbo: manicotti / collettori di aspirazione / intercooler allentati o rotti oppure di un’eccessiva regolazione del chip.

I danni da corpo estraneo alla girante del compressore (lato aspirazione) si verificano spesso a seguito di lavori di manutenzione sul motore o anche dopo la sostituzione di un turbocompressore, senza aver pulito accuratamente tutto il sistema di aspirazione da impurità o corpi estranei (scatola filtro, tubi e misuratori massa d’aria, collettore aspirazione). Per i tubi flessibili, si consiglia il lavaggio accurato o la sostituzione per evitare la sporcizia annidata sulla parte a fisarmonica.

A causare il guasto del turbocompressore, lato scarico, sono spesso parti del motore (sonde di temperatura, collettori di scarico, incrostazioni, guide valvole, ecc.) che escono dalla camera di combustione con i gas di scarico.

Il guasto per mancanza di olio è ancora uno dei tipi più comuni di danni al turbocompressore, spesso causato da tubazione dell’olio cokerizzata o ostruita, sporco nell’olio o olio insufficiente nel motore.

Il danno ai cuscinetti è il primo guasto dell’olio contaminato, insieme
all’albero e il corpo.

Se il turbocompressore si surriscalda durante la guida e sotto carico a causa
di un carburante errato o di un’impostazione / malfunzionamento errato del
motore,chip,fap o catalizzatore intasati si verificheranno danni da
surriscaldamento. Questi sono sufficienti a deformare alberi, ruote di scarico a
crepe nella conchiglia di scarico.

La vtg deve essere sempre libera,la depressione deve poter fare tutte le
regolazioni, se ci sono difficoltà di movimento il motore va in modalità emergenza

Se l’attuatore si guasta Il veicolo può ancora marciare in sicurezza ma in
modalità di emergenza.